E’  tempo di cambiare gli pneumatici.  Infatti per legge è obbligatorio sostituire le gomme invernali con quelle estive/termiche per una maggiore aderenza sull’asfalto.

Se da una parte la dotazione di pneumatici invernali garantisce una maggiore sicurezza e un’aderenza sufficiente per poter affrontare anche le situazioni più complicate con neve o ghiaccio, è altrettanto importante – anzi più importante – non sottovalutare la necessità di effettuare l’operazione inversa all’arrivo della stagione calda.

 Con l’inizio della bella stagione, al contrario, non esistono alternative se non la reinstallazione di pneumatici adeguati, in quanto le gomme invernali precedentemente installate risultano particolarmente sensibili alle alte temperature, comportando il rischio di danneggiamento e addirittura di scioglimento del battistrada.

In ogni caso, fatta questa dovuta premessa, è necessario prendere atto che la sostituzione delle gomme estive non deve rappresentare semplicemente un consiglio, ma un obbligo vero e proprio che, nel caso venisse ignorato, comporterebbe delle sanzioni tutt’altro che indifferenti.

Il Ministero dei Trasporti, con una circolare del 17 gennaio 2014, ha chiarito che chi monta pneumatici di tipo M+S, con codice di velocità inferiore a quanto indicato in carta di circolazione, può viaggiare dal 15 ottobre al 15 maggio.
 
Questo significa che, a partire dal 16 maggio e sino al 14 ottobre, non è consentita la circolazione con pneumatici M+S con codici di velocità inferiori a quelli riportati in carta di circolazione: l’infrazione di riferimento comporta, non solo significative sanzioni pecuniarie (da 419 euro a 1.682 euro), ma anche il ritiro della carta di circolazione e l’invio in revisione del veicolo.
Ti potrebbe interessare anche:

Start typing and press Enter to search